05Apr/18

Adesione soci – Rinnovo dei Delegati dell’Assemblea dell’A.T.C.FR2 – Categorie Enti Locali.

Dovendo rinnovare l’Assemblea dei Soci dell’ATC Frosinone 2,  per l’adesione di coloro che desiderino divenire soci presentando domanda al Consiglio Direttivo di questo Ambito, al solo fine di mettere a conoscenza gli E.E.L.L si comunica la presentazione della documentazione entro e non oltre la data del 20 Aprile 2018.

Le procedure sono individuate dalla normativa vigente ed in particolare dalla L.R. Lazio n. 17/95 e legge regionale n.9 del 2017 oltre che dallo Statuto ATCFR2. In particolare l’art. 4 comma 3 dello statuto dell’ATC FR2 testualmente recita “Gli Enti Locali sono soci di diritto e devono solo comunicare la propria adesione. Per le altre categorie le associazioni o persone giuridiche che desiderino divenire soci devono fare domanda al Consiglio Direttivo allegando tutta la documentazione atta a comprovare il possesso dei requisiti richiesti ai sensi della lettera C) c.1 art. 28 della LR 17/95”.

In base a quanto disposto dall’art 28 della L.R. 17/95 e s.m.i., gli Enti Locali ,ovvero Comuni e Comunità Montane nel cui territorio insiste l’A.T.C.FR2 sono soci di diritto e devono solo comunicare e trasmettere all’ATC FR2 la propria adesione via pec o via fax, rispettivamente a: atcfr2@pec.it e 0775 200404.

A tale scopo si allega la modulistica.

23Gen/18

INDENNIZZI DANNI CAUSATI DA FAUNA SELVATICA

 

 

La Deliberazione di Giunta Regionale Lazio n. 715 del 09/12/2015 ha disposto che l’indennizzo dei danni causati dalla fauna selvatica è riconosciuto in via prioritaria a favore degli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del codice civile iscritti nel registro delle imprese, con particolare riferimento ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli professionali, così come qualificati dall’articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99 (Disposizioni in materia di soggetti e attività, integrità aziendale e semplificazione amministrativa in agricoltura, a norma dell’articolo 1, comma 2, lettere d), f), g), l), ee), della L. 7 marzo 2003, n. 38) e successive modifiche e che, solo in esito a tale priorità, le risorse eventualmente ancora disponibili siano destinate all’indennizzo a favore di soggetti diversi da imprenditori agricoli, senza le limitazioni di entità nel triennio di riferimento previste dal regime de minimis.

Inoltre per l’istruttoria della pratica è necessario versare un contributo di € 50,00 a titolo di rimborso spese per  sopralluogo e istruttoria pratica effettuando il  versamento sul c/c postale n. 53564860 intestato a ATC FR 2 e con causale “contributo sopralluogo e istruttoria pratica indennizzo danni da fauna

20Ott/17

Nuova scheda per il conferimento del diaframma dei cinghiali abbattuti.

Si ricorda all’utenza  l’importanza di far controllare il diaframma di tutti i suidi, selvatici o domestici, prima di consumarne le carni, quale elementare misura di profilassi per non incorrere nel rischio di contrarre infestazioni da trichinella.

Anche quest’anno è auspicabile una fattiva collaborazione dei cacciatori; le informazioni che derivano dai controlli sugli animali selvatici sono, infatti, estremamente importanti per gli studi epidemiologici.

Il piano di monitoraggio della fauna selvatica viene svolto allo scopo di avere informazioni sulla diffusione  della trichinellosi negli animali selvatici.

I campioni di  diaframma prelevati da persona adeguatamente formata o da personale qualificato, dovranno essere conservati in bustine o contenitori adeguatamente chiusi e conferiti al più presto al Servizio Veterinario della A.S.L..

I campioni che non potranno essere immediatamente conferiti dovranno essere mantenuti a temperatura di refrigerazione (0°-4°C).

Si precisa che è stato revisionato in questi giorni il modulo che accompagnerà la consegna del diaframma (necessari ora 50 grammi) per l’analisi della trichinella spiralis.

 

 

14Ott/17

ASL, AL VIA LA SETTIMANA DELLA SICUREZZA ALIMENTARE: il 19 ottobre ore 15 “Trichinella nei cinghiali cacciati in Provincia di Frosinone”

Un confronto/dibattito aperto tra soggetti che agiscono nel complesso sistema della filiera agroalimentare: ambiente, allevamento, produzione, consumo. Insomma una serie di giornate con il “chiodo fisso” degli interessi del consumatore affinchè sia sempre più tutelato in ciò che acquista, informato correttamente dei rischi (spesso enfatizzati), accompagnato nelle scelte, soddisfatto nelle esigenze.

Temi come la sicurezza alimentare a garanzia del consumatore, l’utilizzo solidale delle eccedenze alimentari, i procedimenti amministrativi per i produttori, le infezioni trasmesse all’uomo dal consumo di carne parassitata (come la “Trichinella” nei cinghiali, argomento importante ed a noi caro  che verrà trattato  il 19 ottobre alle ore 15 nel Palazzo della Provincia), il ruolo delle Autorità competenti in materia di sicurezza alimentare (Ministero Salute, ASL, etc.) costituiscono il nucleo portante su cui snoderanno i Convegni dal 16 al 20 Ottobre.

La trichinellosi (detta anche trichinosi) è una zoonosi causata da vermi cilindrici (nematodi) appartenenti al genere Trichinella, un parassita che inizialmente si localizza a livello intestinale per poi dare origine a una nuova generazione di larve che migrano nei muscoli, dove poi si incistano.

Il parassita è in grado di infettare i mammiferi, gli uccelli e i rettili, soprattutto quelli carnivori e onnivori (maiale, volpe, cinghiale, cane, gatto, uomo).

programma completo sulla settimana della sicurezza alimentare (pdf)

14Set/17

ASSEGNAZIONE ZONE DI CACCIA AL CINGHIALE

Sono state pubblicate, nella selezione di caccia al cinghiale del sito, le zone validate dall’ADA di Frosinone per la caccia al cinghiale in braccata e girata.

Si invitano i capisquadra a compilare la richiesta (vedi moduli in basso) di assegnazione della zona di braccata o di girata e di consegnarla presso le sedi dell’ATC di Cassino o di Frosinone entro le ore 13:00 del giorno martedì 19 settembre debitamente compilata ed in busta chiusa recante esternamente:

– la dicitura: “assegnazione zona di caccia al cinghiale 2017 -18 atc fr2 “

– il nome della squadra di caccia al cinghiale

– il nominativo ed i recapiti del caposquadra

Si rammenta che, per ritirare il registro di caccia al cinghiale, i capi-squadra dovranno consegnare all’ATC l’attestazione del versamento totale relativo al contributo di 15,00 per ogni componente della squadra di caccia al cinghiale in braccata o in girata utilizzando il c/c 53564860 indicando sulla causale “iscrizione al registro di caccia al cinghiale stag. venatoria 2017/2018“.

30Ago/17

Modifica orario esercizio venatorio nei giorni 2 e 10 settembre 2017.

Parziale modifica del Decreto del Presidente della Regione Lazio T00105 del 22 giugno 2017 concernente: “Calendario venatorio e regolamento per la stagione venatoria 2017/2018”, l’esercizio venatorio nei giorni 2 e 10 settembre 2017 nel territorio della Regione Lazio è consentito dalle ore 5,40 alle ore 15,00.

Scarica il documento: AGC_DPRL_T00153_29_08_2017